Le 13 borse Louis Vuitton che ogni bagaholic vorrebbe avere nella sua cabina armadio

Quando ad una ragazza appassionata di moda si pronuncia la parola “borsa” il primo marchio a cui lei penserà sarà Louis Vuitton! Già, perché nell’immaginario collettivo Louis Vuitton è il più conosciuto brand di borse al mondo. Ciò non solo perché le sue borse vengono valutate come il miglior investimento che si possa fare nel settore fashion, ma anche per il design intramontabile e sempre attuale. Ma quali sono le borse Louis Vuitton più desiderate? Eccone una sequenza.

La Alma Bag

La handbag Alma fece la sua prima apparizione degli anni ’30 del secolo scorso e tuttora rimane in fabbricazione, in una grande varietà di colori, taglie e forme. La versione mini è davvero chic, soprattutto se indossata come crossbody. (Prezzo: 1.590 dollari).

La Capucines Bag

Questa è una borsa molto più recente, che ha visto la nascita solo pochi anni fa, in un periodo di grandi cambiamenti per la maison parigina, concentrata sull’incremento della sua produzione in pelle piuttosto che di quella, già molto lanciata, in canvas. Si nota anche il cambiamento di design, con il passaggio della direzione creativa, nel 2013, da Marc Jacobs a Nicolas Ghesquiére. (Prezzo: a partire da 4.800 dollari).

City Steamer Bag

La borsa che può essere considerata l’unica vera alternativa alla Birkin di Hermès! Fa il suo debutto nella collezione Cruise del 2016. Da allora, la City Steamer è diventata una vera e propria linea, anche di piccola pelletteria e vari tipi di borsine. (Prezzo: 3.250 dollari la borsa piccola).

Lockit Bag

Qui ci troviamo di fronte ad un classico. La Lockit fa infatti la sua prima apparizione nel 1958, con la tradizionale tela canvas e loghi Vuitton. Per il suo successo, è stata ridisegnata due volte: prima nel 2006 e poi nel 2014 (prezzo 3.150 dollari). 

Montaigne Bag

Conosciuta solo dalle vere fans e appassionate, si tratta di un vero bestseller tra le intenditrici. Qui il Monogram Canvas viene sostituito da un Monogram interamente impresso su pelle (prezzo 3.250 dollari).

Neverfull Bag

La borsa Neverfull è diventata talmente popolare ed utilizzata che è difficile credere che non abbia dal principio fatto parte del bagaglio d’identità della maison. In realtà è stata lanciata solo nel 2007, ma non smette mai di essere venduta ed apprezzata per la sua capacità di contenere qualsiasi oggetto di cui una donna ha bisogno durante la giornata (prezzo: 2.050 dollari).

Noè Bag

La borsa Noé, ed in generale il secchiello, fu creata nel 1932 quando una casa produttrice di champagne chiese a Louis Vuitton di creare una borsa che potesse anche trasportare delle bottiglie. Da allora il secchiello e la Noè Bag non hanno conosciuto declino (prezzo: 1.440 dollari).

Petite Malle Bag

La Petite Malle è stata una delle prime creazioni di Nicolas Ghesquière per Vuitton ed è stato un vero successo. Diversi sono stati, poi, gli accessori creati secondo questa ispirazione, incluso un porta I-Phone (prezzo: 34 mila dollari).

La Pochette

Per moltissime donne la pochette di Louis Vuitton è stata la prima vera borsa. Relativamente abbordabile, può essere utilizzata come borsina a metà tra un piccolo necessaire da viaggio e una tasca per l’essenziale (prezzo: 500 dollari).

Pochette Metis Bag

Nata nel 2012 dall’estro di Marc Jacobs è diventata davvero famosa soltanto a partire dal 2015, tanto da registrare un vero e proprio boom di vendite, con conseguenti out of stock sia online che in store, e lunghissime liste di attesa (prezzo: 1.700 dollari).

SC Bag

Il 2007 non è stato solo l’anno della Neverfull, ma anche di un altro grande classico di maison Vuitton, come la SC bag. Disegnata a quattro mani con la regista Sofia Coppola, grande amica di casa Vuitton, ha aiutato non poco nella spinta alla vendita di tutte le borse del marchio. Dieci anni dopo la SC resta un classico intramontabile, sempre attuale e chic. (prezzo: 4.550 dollari).

Speedy Bag

Si tratta di una delle borse più famose di Louis Vuitton, una vera It-bag. Adattamento della borsa Keepall, risalente agli anni ’20 del ‘900, fu portata al successo soprattutto da Audrey Hepburn, che cominciò a sfoggiarla in ogni occasione. La size più famosa è la 30, davvero un cult (prezzo: da 970 dollari).

Twist Bag

La Twist è un altro grandissimo successo di Nicolas Ghesquière e, come la City Steamer, ha preceduto poi tutta una serie di piccole linee. Affascina soprattutto per il mix di catene e colori (prezzo: 4.100 dollari).


Lascia un commento