Borse Prada: modelli, prezzi e foto

Non esiste al mondo una vera appassionata di borse firmate dei brand di alta moda che non possegga una borsa Prada. Lo stile iconico, la classe, l’eleganza austera trasformano infatti queste borse in un vero oggetto del desiderio, un must irrinunciabile per le bagsaholics. Il marchio milanese, nato nel 1913 sotto il nome di Fratelli Prada si impone proprio come pelletteria, nella storica Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Tanta la cura e la passione applicate nel realizzare borse ed accessori di cuoio e pelle che già prima degli anni ’20 Prada diventa fornitore ufficiale della Real Casa Savoia e marchio di culto per tutta l’aristocrazia meneghina. Ancora oggi lo stile Prada si riconosce immediatamente agli occhi ed al tatto, per la bellezza e la qualità dei materiali. La svolta internazionale è dovuta a Miuccia Prada, nipote del fondatore Mario, che a partire dal 1985 con la creazione dei modelli di borse in un nylon speciale, crea il vero e proprio mito.

Nessuna regola da seguire, ma l’unione degli opposti per sfuggire a standard e convenzioni. In più una maniacale cura dei dettagli e delle rifiniture: è questa, essenzialmente, la filosofia Prada, che si incontra costantemente sia negli abiti che nelle borse e negli accessori. Per riassumere l’essenza di questo brand e delle sue borse, abbiamo pensato di creare una gallery con alcuni tra i modelli più apprezzati della maison, entrati nella leggenda e molto spesso acquistati dalle star del jet set. Borse per cui le appassionate decidono di inserirsi in liste private ed attendono lunghi mesi pur di potersele aggiudicare. Borse che sono diventate un fenomeno culturale, legato alla bellezza. Eccole!

Borse Prada: ecco le borsette più famose con tipologia, nome del modello e materiali.

Shoulder Bag Prada Zig Zag

Shoulder Bag Prada Zig Zag

La shoulder bag Zig Zag

La più recente delle creazioni di maison Prada, la shoulder bag Zig Zag ha fatto il suo ingresso sulle passerelle delle sfilate per la primavera/estate 2017. Già un cult, con il suo inno alla mediterraneità, gioca sui motivi artistici delle Greche, e sui contrasti di colore pastello, ma vivo, della pelle di vitello in cui è realizzata questa borsa.

New Prada Saffiano Chain

New Prada Saffiano Chain

La new chain Saffiano

Altro grande successo è stato quello ottenuto dalla New Chain in saffiano, realizzata per la primavera/estate del 2016. Una tracollina a dir poco perfetta, pensata in colori energetici ma abbinabile a qualsiasi outfit, con un metallo (catena ed hardware) protagonista indiscusso, a sottolineare come un contrasto tra un’apparenza bon ton ed un’anima ribelle. Anche l’interno è curatissimo, nel migliore stile Prada.

Prada Galleria

Prada Galleria

La Galleria Bag

Con questa borsa ci si trova di fronte ad un vero e proprio mito, forse la borsa di Prada più famosa e classica. Una It-bag che riedita il frizzante spirito del 1913, anno dell’apertura del primo negozio Prada in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Riproposta in diverse versioni, compare per la prima volta nel 2007, poi successivamente nel 2012, in versione deluxe (struzzo, coccodrillo e cuoio) e ancora nel 2015 e nel 2016. La Galleria Bag è il trionfo della bellezza e dell’artigianato italiano: vitello city calf come materiale, suede all’interno in colori a contrasto. Rientra nelle classifiche delle borse più desiderate di tutti i tempi.

Inside bag Prada

Inside bag Prada

Inside bag della collezione Resort 2016

La Inside Bag è una delle borse dal mood più ribelle nate dalla creatività di Prada. Dalle linee sobrie ed essenziali che danno vita ad una silhouette lineare ed elegante, è stata però anch’essa (come la Galleria Bag) riproposta in versioni alternative, volutamente più sbarazzine o più trasgressive. È il caso della collezione Resort 2016, in cui la Inside Bag viene reinterpretata in pitone nero, oppure con stampe in cui rivivono frecce, animali, stampe colorate. Un successo planetario.

Bring Your Own Prada

Bring Your Own Prada

La tote bag Byo

Un caso in cui le grandi case di moda riescono a mettersi in gioco, privandosi di quella certa aura mitica che le contraddistingue è dato proprio dalla Tote bag Byo di Prada. L’acronimo sta per Bring Your Own, cioè portare il proprio mondo con sé. Si tratta di una borsina, apparsa per la prima volta sul mercato nel 2010, che è diventata un cult perché molto simile alle shopping bags in nylon utilizzate per la spesa o per andare in spiaggia, ma con in più l’allure dato dalla griffe Prada.

La double bag in saffiano

Piccola, compatta, eterna. Parliamo della Double Bag, bellissima e resistente tote bag realizzata per la stagione fall/winter 2015 in pelle saffiano dal brand milanese. La particolarità, qui, risiede negli accostamenti di colori: orchidea e acquamarina, tamarindo e pesca, turchese ed acquamarina, nero onice e rosa confetto. Il mix di contrasti interno/esterno è ciò che ha reso indimenticabile questa borsa.

Le mini tracolle in cavallino

In alcuni contesti il marchio Prada si fa notare anche per lasciar perdere il minimalismo che da sempre lo contraddistingue. Come, ad esempio, con le tracolline in cavallino e fantasia animalier. In questo caso è la borsa a fare tutto: il resto deve essere lasciato alla totale sobrietà dell’outfit. Le tracolline in cavallino, tra le borse del comparto alta moda più apprezzate del 2015, sono state riproposte dal marchio anche per la stagione spring/summer 2017.

Il modello Lux con doppia zip

Anche questa in saffiano, e anche questa tote con doppio manico. La Lux con doppia cerniera resta uno dei modelli più acquistati. Colori basic, talco o nero, capienza, praticità di utilizzo, altissima qualità dei materiali impiegati. Dotata inoltre di mini portachiave esterno e di chiusura con bottoni laterali a pressione su vani open frame, punta molto sullo spazio chiuso dalle due zip. Proprio la praticità di utilizzo la rende sempre perfetta, sia in occasioni informali che per l’ufficio.

La tracollina Lux

Infine, un oggetto di culto che non passerà mai di moda ma che, anzi, è ritornato in voga proprio in questi ultimi tempi: la tracollina Lux. Ancora una volta è la pelle di vitello lavorata in stile saffiano il materiale utilizzato. A questo punto sarà interessante sapere che  fu proprio Mario Prada, il fondatore della maison, a inventarlo. Si tratta di una particolare tipologia di pelle con motivo a tratteggio ed un trattamento termico che la rende perfettamente resistente ai graffi e all’acqua. Ecco perché questa tracollina, impeccabile con qualsiasi mise, non temerà alcun imprevisto. Una sorta di passaporto per l’eternità, insomma.

Anche gli uomini utilizzano le borse, e ne sono anche entusiasti! Il trend di qualche decennio fa (soprattutto gli anni ’70) è prepotentemente tornato in voga in questi ultimi anni ed il marchio Prada è stato uno di quelli che lo ha saputo meglio interpretare. Borse da lavoro, borse a tracolla, borse a mano: ecco le più particolari del brand.

Borse Prada in denim

La maison milanese Prada si dimostra sempre uno di quei brand molto avanti nella sua vision dell’alta moda. Un esempio lo si può ritrovare nel lancio delle borse in denim, avvenuto nella primavera/estate del 2012. Se questa stoffa, infatti, fin dalla sua comparsa, è stata amata in maniera universale, mai era stata sdoganata in maniera così plateale, sulle passerelle internazionali. La Prada Logo Denim Bag, in jeans diventa in quell’anno talmente richiesta, soprattutto dalle celebrities (un nome su tutti: Rihanna) che nel 2012 Prada decide di proporre un’intera collezione di borse in jeans.

Così nella spring/summer del 2012 la Logo Denim Bag viene rivisitata con i colori più in auge per quell’anno. Bauletti, soprattutto, ma anche handbag e tote bag, interamente in denim ma profilati con la pregiatissima pelle in Saffiano made in Prada, in color cuoio oppure in bianco, verde o arancio. Perfette per il tempo libero, queste borse si accostano ad outfit sportivi in jeans oppure a contrasto su abitini monocolore. Molto belle anche in periodo di vacanze, quando possono essere sfoggiate su look in bianco.

La Prada Logo Denim Bag ha, ovviamente, la presenza dell’immancabile logo in metallo Prada, e può essere ancora oggi acquistata nei monomarca Prada o sui principali siti di e-shopping sul web.

Borse Prada con frange

Il trend è già percepibile da un paio d’anni, ma è dalla stagione autunno/inverno 2016-2017 che è diventato un vero e proprio diktat: parliamo delle borse con le frange, che ricalcano la moda tanto in voga negli anni ’70. Anche Prada, forse uno dei più antichi e conosciuti marchi italiani in fatto di pelletteria ed alta moda, ha lanciato le sue proposte. Ma cosa è che distingue una borsa Prada con frange da tutte le altre?

Una borsa Prada con frange, rispetto alle altre possiede una marcia in più. Innanzitutto per il fatto che le borse Prada raramente non diventano delle It-bag. Poi perché in questo modo si investe in qualità e purezza del design, in vera e propria bellezza delle linee. Ecco dunque che secchielli in pelle, tote bag in Saffiano, o zainetti in pelle profilati da velluto, diventano oggetti di culto quando aggiungono le frange, vero tratto distintivo nelle ultime sfilate.

Si conferma dunque la tendenza del brand milanese ad essere nostalgico in fatto di creazione di borse. Basti pensare alle riedizioni del modello Prada Galleria. Al passato però si guarda tenendo sempre conto delle innovazioni future. Nel caso delle borse con frange il richiamo alla libertà, spirito degli anni ’70, si coniuga con il rigore delle forme ed un certo romanticismo.

Borse Prada goffrate: un must senza tempo

Uno dei modelli di borse più noti del marchio Prada, eccellenza milanese del made in Italy per la moda e per gli accessori, è quello in nylon o pelle goffrata, tipologia che in realtà non ha mai conosciuto davvero un declino. Già nella stagione autunno/inverno 2005-2006 Prada lancia una collezione limitata (oggi praticamente introvabile) di bauletti in pelle con manici rigidi. Diventa subito una mania, anche grazie al fatto che molte celebrities dell’epoca la indossavano ad ogni ora del giorno (Victoria Beckam, ad esempio, o Madonna).

Successivamente, sei anni dopo (2011-2012) è la volta della la Bn1611, una spaziosa shopper in tessuto groffato con inserti in nappa, poi reinterpretata anche interamente in pelle. Questa tipologia di borsa conosce inoltre molto successo anche nelle stagioni a venire, fino alla collezione fall/winter 2013-2014, quando i modelli originari in tal senso vengono riproposti in maniera più attualizzata e minimalista.

Ancora oggi una borsa Prada goffrata (o gauffre bag) rappresenta un must per le appassionate di borse e di moda, ed è entrata a tutti gli effetti nel novero delle borse vintage più ricercate dalle intenditrici. Possederla, quindi, garantisce un vero e proprio investimento in fatto di fashion e di glamour, anche in fatto di valore economico.

Borse Prada intrecciate: l’eleganza senza tempo made in Italy

Tra i modelli di borse che hanno fatto la storia della maison milanese Prada ci sono sicuramente quelli intrecciati. Molto simili a cestini creati con la paglia o con altri tessuti, ed evocativi del tricot in lana, in realtà queste borse sono realizzate interamente in pelle, una morbida nappa lavorata da artigiani italiani. Già nell’autunno/inverno 2010-11 Miuccia Prada lancia sulle passerelle le Knit Nappa, pochette o mini tote bags intrecciate ma in pelle di vitello dai colori della terra.

L’anno successivo, nella collection autunno/inverno 2011-12,  l’interpretazione dell’intrecciato nelle borse Prada cambia: non più rivisitazione del tricot  ma una collezione interamente in madras, molto chic e dai colori delicati, applicata su pattine, bandoliere, ma anche shopping bag. Durante quegli anni le borse in madras conquistano anche le celebrities, italiane ed internazionali, tanto da diventare un must al braccio di tutte le appassionate di moda! Nell’estate del 2012, infine, Prada ripropone ancora l’effetto intrecciato, ma stavolta in un tessuto come la rafia.

Restano invariati, comunque, i segni distintivi del marchio milanese, e cioè  il logo in metallo a triangolo applicato su chiusura in cuoio e accessori, sempre in metallo, che caratterizzano l’hardware, oltre che l’indiscusso gusto per la bellezza minimalista dei dettagli.

Borse Prada a fiori: un amore senza fine!

L’amore tra Prada ed i fiori è indissolubile ed incontestabile: lo dimostra il fatto che moltissime collezioni di haute couture firmate dal brand milanese sono all’insegna dei motivi floreali. Margherite, girasoli, gardenie and company sono presenti da anni anche su molte borse della maison, all’inizio sorprendendo l’abituale clientela, per la rottura del consueto minimalismo, ma poi riscuotendo apprezzamenti da parte del fashion business internazionale.

Così, a partire dalla stagione autunno inverno 2012-13 e poi nella spring summer 2013 ecco un inno alla primavera e alla rinascita. I fiori si trovano stampati, applicati e stilizzati su shopping, tote e pochette. Il design resta pulito e minimal, e l’ispirazione, per quell’anno, è data dal Giappone, con il bianco e il rosso a dominare sugli altri soliti colori della maison (nero e nuance scure in generale).

I fiori rappresentano però anche il trend più attuale di Prada. Sono infatti presenti su una delle It-bag appena lanciate sul mercato: insieme a borse con fantasie di elefanti, robot, angurie, sombreri e pappagalli, nella collezione accessori primavera/estate 2017, compare infatti la Galleria nell’immancabile Saffiano color papavero (molto vista sulle passerelle) con su applicati fiori in pelle con colori a contrasto (giallo, nero, bianco e verde). Un vero capolavoro di artigianato italiano.

Borse da uomo Prada, ecco le più conosciute

Borse Prada Uomo: a tracolla o a mano, in tessuto o pelle

Borse Prada Uomo: a tracolla o a mano, in tessuto o pelle

Cartelle, porta computer e tracolle

Tra le borse da uomo più note di Prada ci sono sicuramente le borse da lavoro, i portacomputer e le tracolle. In pelle saffiano nera, marrone  o azzurro polvere (i classici sia come colore che come materiale, sempre tra i più utilizzati della maison) restano tra le più vendute. Il modello a tracolla tra le borse da uomo Prada risulta sempre molto apprezzato. Lo stile resta sempre minimal, anche se ogni tanto si concede qualche vezzo con delle applicazioni su briefcase, messenger, borse a tracolla e zaini.

Tote, minibags e microbags

Ma l’uomo che sceglie Prada è ricercato, e molto spesso desidera qualcosa con cui distinguersi. Ecco allora che il brand ha creato anche le tote bags da uomo, così come le mini o le micro bags. Le prime si indossano a mano come una normale handbag, mentre le borse più piccole possono essere anche attaccate alla cintura attraverso un gancio o indossate lateralmente a mo’ di postina. Una cosa è certa: con le borse da uomo Prada l’allure ed il fascino sono garantiti.

Come pulire una borsa Prada

Ce l’hai fatta! Dopo tanto tempo sei riuscita ad acquistare quella borsa di Prada che tanto desideravi! Eri anche in lista d’attesa ed ora quest’oggetto del desiderio è tutto per te. Già, ma come comportarsi per la manutenzione? Come ci si prende cura di una borsa Prada affinché essa duri nel tempo e resti intatta, visto anche il notevole investimento? Ecco qualche consiglio su come pulire una borsa Prada.

In negozi specializzati oppure con il fai da te

La cosa più sensata da fare, soprattutto se la tua borsa Prada è stata macchiata irrimediabilmente, è quella di rivolgersi a negozi specializzati in questo tipo di servizi. In alternativa, se si tratta solo di poco sporco o di polvere, puoi prendere in considerazione il fai da te, ma devi prima partire dal tipo di materiale della borsa.

In pelle, in tessuto o in vernice

Se la tua borsa Prada è in pelle, allora dovrai munirti di un panno morbido e di un po’ di latte tiepido. In caso di sporco più importante meglio utilizzare una soluzione a base di sapone di Marsiglia. Per le borse in tessuto le si può tranquillamente lavare con acqua e detersivo delicato, mentre nel caso della vernice sarà molto utile utilizzare un panno in cotone con del detersivo per pulire i vetri. E se ci sono graffi? Si può ovviare con un batuffolo di ovatta bagnato con un po’ di levasmalto.

Come riconoscere una borsa Prada originale

Le borse Prada sono da sempre molto ambite e desiderate da tutte le amanti della moda, merito della loro bellezza ed ottima qualità. Tuttavia, proprio perché molto richieste, sono soggette anche a numerose contraffazioni che ne minano l’autenticità. Come fare allora per riconoscere immediatamente un pezzo originale senza farsi imbrogliare? Ecco qualche dritta.

Rifiniture e logo

Premesso che conviene sempre acquistare una borsa Prada in un atelier monomarca, per evitare brutte sorprese, in caso di shopping in altri negozi occorre stare attente innanzitutto alle rifiniture. Il marchio Prada è noto, infatti, per la cura maniacale che riserva alle cuciture delle sue borse, che dovranno essere piccole e strette. In caso contrario, è possibile che vi troviate di fronte ad una borsa falsa. Occorre poi prestare attenzione al logo, sia a quello esterno in metallo, che a quello cucito all’interno. Nel primo caso la prima “A” della scritta Prada nell’originale ha la seconda asta un po’ più lunga, mentre nel caso del logo interno, esso dovrà essere sempre cucito e non incollato.

Codice autenticità borsa Prada.

Codice autenticità borsa Prada.

Il codice interno

Un aspetto a cui prestare molta attenzione, infine, è la presenza del codice interno nella borsa, un sorta sorta di certificato di autenticità. Si tratta di una piccola targhetta in cartone (simile ad un’etichetta) in cui vi è impresso il codice unico per quella borsa. La presenza del codice, dunque, attesta che ci si trova di fronte ad una borsa Prada autentica.

Borse Prada: come acquistarle ad un prezzo conveniente.

Dopo aver parlato di modelli, colori e materiali prestigiosi, c’è da chiedersi: quanto costa una borsa Prada? Non è un mistero che i prezzi delle borse Prada non siano esattamente alla portata di tutti. La buona notizia è che il costo di una borsa di questo brand può variare molto da modello a modello. Si può partire da una borsa Prada da 300 Euro, fino alla costosissima “Arcade Bag” che ne costa ben 15.000 a causa dei suoi preziosissimi materiali: pitone e coccodrillo.

C’è da dire che i negozi Prada in Italia a Milano, Genova o Roma, non propongono esattamente prezzi vantaggiosi.

Chi si è decisa per l’acquisto di una borsa Prada può contare piuttosto su tanti negozi per vendita b (come Ebay o Amazon) e sui sempre più vantaggiosi outlet, sia quelli tradizionali sia quelli per l’acquisto online .

Esistono poi i siti di annunci in cui spulciare per trovare l’annuncio dei nostri sogni ovvero un annuncio in stile “Vendo borsa Prada usata” accompagnato da un prezzo di vendita oltremodo interessante. Oppure “Vendo borsa Prada nuova” anche se in questo caso il costo sarà sicuramente più elevato che nel precedente esempio. Monitorando questi siti prima o poi troverete

Borse Prada: i competitor

A contendersi il Pantheon delle “It-bags” insieme a Prada, i brand Gucci, Hermès e Louis Vuitton. La competizione è più che mai agguerrita.


Lascia un commento

Tags

#prada