Hobo, Tote o Shopper? La guida alle borse a mano (I)

Siete appassionate di borse, vi piace collezionarle e amate tutte le loro forme. Avete però ancora dei dubbi sulle loro principali differenze, soprattutto legate al nome e all’occasione di utilizzo. Ad esempio, conoscete la differenza tra Hobo, Tote o Shopper bag? In questa piccola guida vi aiutiamo a fare un po’ di chiarezza.

Una Hobo la si porta ovunque

Alla fine dell’800 e fino ai primi decenni del secolo scorso negli Stati Uniti per indicare un senzatetto, veniva utilizzato il termine “Hobo”. La caratteristica di queste persone era quella di portare a tracolla una borsa in cui riuscivano a far stare le loro poche cose. Recentemente la parola Hobo ha cominciato a indicare uno specifico tipo di borsa, che appunto ricorda quelle degli antichi clochard. In realtà il concetto di Hobo bag è proprio quello di essere una borsa globetrotter, da portare ovunque: in viaggio, in ufficio, per un week end fuori porta o un’uscita con gli amici. La sua forma arrotondata e comoda è l’ideale per qualsiasi occasione giornaliera. Molto famosa la Hobo di Gucci, preferita da Liz Taylor.

Tote bag: la quintessenza dell’eleganza

Tutt’altra storia per la Tote bag, borsa che come la Hobo è molto capiente, ma che a differenza della prima molto spesso è una handbag (si porta cioè a mano e non a spalla), possiede forma squadrata e nessuna zip o ganci di chiusura. Nasce negli anni ’40 del ‘900, come borsa per la barca e poi viene sdoganata nel decennio successivo, quando è accanto anche alle dive di Hollywood. Anch’essa molto versatile (in inglese tote è un termine informale per indicare il verbo “to carry”, portare) e può essere utilizzata sia di mattina che di pomeriggio, per diverse occasioni. Mai di sera. Una celebre Tote bag è la classica Monogram di Louis Vitton.

Con la Shopper vai anche al mercatino rionale

Le shopper bags, infine, sono le borse che servono, letteralmente, per fare compere (dall’inglese “to shop”, comprare). Di queste borse ce ne sono di svariati tipi, e di ogni genere di materiale: in pelle, per il lavoro o i viaggi, in tessuto, ma anche in tela o in stoffa, per il mare o la spesa al mercatino. Rivisitate negli ultimi anni con caratteristiche custom, personalizzabili, sono da sempre le più scelte dalle donne, che così possono portarsi dietro tutto il loro mondo.


Lascia un commento