Borsa a tracolla con borchie Valentino B-Rockstud

Oggi vi presentiamo un altro accessorio che appartiene alla grande famiglia Rockstud di Valentino: la borsa in pelle nera a spalla B-Rockstud realizzata per il 2015.

Compatta, aggressiva ma senza perdere nemmeno un grammo dello stile che contraddistingue le creazioni di Valentino, ci troviamo di fronte ad un accessorio di piccole dimensioni che possiamo accostare a molti outfit per renderli decisamente più grintosi.

NMV2U6L_akLa struttura, come abbiamo detto, è piuttosto piccola: e abbiamo così 12.5 centimetri di altezza, 17 centimetri di larghezza e 6 centimetri di profondità.  È realizzata in parte in pelle di vitello e in parte in pelle di serpente, in un accostamento davvero piacevole, anche se piuttosto austero. Ad aumentare la sensazione di rigidità è poi l’accostamento tra il colore nero e l’hardware in metallo lucido. È in metallo anche la catena realizzata a maglie sottili e ovviamente sono in metallo i dettaglia a piramide che rappresentano il file rouge di questo tipo di borse. La tracolla che è lunga circa 25 centimetri può essere allungata e arrivare a misurare circa il doppio.

La borsa in pelle nera a spalla B-Rockstud, che è fatta in Italia ma con materiale che proviene dalla Francia, ha nella parte frontale un dettaglio in pelle (che a chiamarlo dettaglio forse è riduttivo, essendo grande quanto la borsa) dove potete inserire un bigliettino con il vostro nome e indirizzo in caso di smarrimento.

Certo, a guardare borse come questa ci si chiede un po’ dove sia finita l’opulenza e la femminilità che erano i marchi di fabbrica della Maison, ma si vedono senza dubbio i tocchi contemporanei di Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli.

Insomma, senza dubbio permette di accontentare anche le signore che hanno gusti più androgini. Una volta aperta scopriamo che all’interno c’è un elegante rivestimento in pelle di vitello e tante comode tasche.

La B-Rockstud Leather Shoulder Bag di Valentino può essere vostra per circa 2000 euro.

Credits Immagini neimanmarcus.com


Lascia un commento

Tags

#valentino