2014: Louis Vuitton è ancora il Re del mondo del lusso

Negli ultimi due anni ha cambiato strategia, rivedendo la propria tendenza alla democratizzazione del lusso e ristabilendo un contatto più intenso con il prestigio del top di gamma.

Stando alle statistiche ufficiali, rilevate da uno degli operatori più influenti del settore delle analisi di mercato, pare che le manovre strategiche di uno dei colossi del luxury abbiano nuovamente colpito nel segno, dando i loro frutti.

Di chi stiamo parlando?

Di Louis Vuitton, uno dei nomi di spicco del mondo del lusso internazionale che, secondo le classifiche annuali relative al valore del brand stilate da Millward Brown, ha guadagnato ancora terreno agli occhi dei consumatori e non solo.

Seguendo le analisi condotte dal popolare istituto di ricerca, infatti, Louis Vuitton si conferma, per il decimo anno di seguito, il luxury brand con il più alto valore del 2014.

Un successo ancora più rilevante se si pensa che solo due brand del settore, Louis Vuitton e Chanel, hanno acquisito valore, rispettivamente +6% e +15%, nel corso degli ultimi 12 mesi.

Nel complesso, parallelamente, i marchi di lusso non hanno registrato ottimi risultati nel 2014: al secondo ed al terzo posto si classificano le aziende Hermès e Gucci, che vedono entrambe diminuire la loro valutazione.

Ugualmete, osservando le prime dieci aziende classificate, è possibile riscontrare che l’intera categoria è scesa, in media, del 6%.

Quale strategia ha pagato, nelle best practices di Louis Vuitton e Chanel? La rivitalizzazione del brand, in un caso, e l’armonizzazione dei prezzi a livello internazionale, nell’altro, sembrano essere state le armi vincenti per dare un boost al valore del marchio, alzando gli utili societari e influenzando l’atteggiamento dei consumatori.

Se ti piace questo brand non perderti il nostro articolo sulle borse Louis Vuitton più belle.


Lascia un commento