Lusso: le borse Louis Vuitton più costose di tutti i tempi

Quando parliamo di maison di alta moda sappiamo tutti perfettamente che i costi degli abiti o degli accessori non sono accessibili ad una larga fetta di pubblico, bensì riservati a quei pochi fortunati che possono permetterseli. Anche l’immaginazione però ha un limite. Tutte le fashioniste lo sanno, anche le bags addict: una borsa deluxe costa in media 2, 3, 5 mila euro. Prezzi più alti sono imputabili a materiali pregiati, limited edition, pezzi numerati e motivazioni simili. Ma cosa spiega prezzi che vanno dai 50 mila euro in su? Vediamo allora nel caso di Louis Vuitton, brand deluxe per eccellenza, quali sono le sue borse più care.

La Tote City Steamer in coccodrillo

Le City Steamer sono delle it-bags della maison francese, e fanno sognare molte di noi. Ancora di più quella nella versione in coccodrillo: stesso stile Tote, ma realizzata interamente in pelle del rettile più temuto in natura. Resta temuto anche il prezzo, che arriva a circa 50.500 dollari. Segue di poco, con 45.000 dollari, la Tribute Patchwork Bag, realizzata in soli 20 esemplari, con parti di 15 borsette iconiche della maison.

La Minaudiere a guscio d’uovo

Niente però in confronto alla Minaudiere Coquille d’Oeuf (letteralmente “guscio d’uovo”), pochette rigida che nel 2012 fu lanciata dal creativo Marc Jacobs al prezzo esorbitante di 101.000 dollari! Il motivo? La realizzazione di un mosaico creato con 12.500 gusci d’uovo sottoposti a trattamento speciale. In competizione con il marchio Hermés, che con la sua Matte Crocodile Birkin Bag la batte di poco: quest’ultima costa infatti 120.000 dollari

Se ti piace questo brand non perderti il nostro articolo sulle borse Louis Vuitton più belle.


Lascia un commento