Tote media Rockstud double – Valentino Garavani – 2015

È in tessuto o è in pelle, la Tote media Rockstud double Valentino Garavani? È, come dice il nome stesso, in entrambi i modi. Basta infatti rivoltare la borsa e vi troverete con un modello differente non solo nella decorazione, ma persino nel materiale in cui è realizzata. Con sneakers, jeans ed un bel soprabito primaverile, può diventare l’accessorio che vi accompagna per tutta la primavera 2015. Si tratta, in breve, di un gradevole aggiornamento di un grande classico di Valentino.

Ma conosciamo tale accessorio più da vicino, a partire dalle sue dimensioni, che sono di 33 centimetri di larghezza, 26 centimetri altezza e 16.5 centimetri di profondità. La Tote media Rockstud double di Valentino Garavani è dotata di doppio manico in pelle alto 20 centimetri e di tracolla di 100 centimetri che può essere staccata. Come ogni tote quindi, può comodamente essere portata a mano, a spalla e anche a tracolla.

Entrando nel merito del materiale, notiamo che all’esterno, nella parte frontale, la tote è in Jacquard Viva Valentino, mentre ai lati e nella parte posteriore è in vitello stampa alce. L’hardware è in metallo con finitura color platino, compresi i piedini protettivi che si trovano sul fondo e ne evitano il contatto con qualsiasi superficie. Tutta la borsa è decorata con borchie piramidali che percorrono la tracolla e i confini tra pelle e jacquard. È dotata poi di portanome in pelle con la scritta “Viva Valentino” stampata a fuoco, e sul retro è presente il logo timbrato in oro.

La chiusura è con fissaggio Push-lock, ed una volta aperta possiamo trovare l’interno della La Tote media Rockstud double di Valentino Garavani foderato in pelle. Ci sono poi delle comodissime tache con zip e slot per documenti e carte di credito.

Allora, siete rimasti stregati dalla Tote media Rockstud double di Valentino Garavani? Concludiamo la nostra chiacchierata dicendo che si tratta di un prodotto al 100% made in Italy, e che può essere vostra a 2250 euro.

Credits Immagini www.mytheresa.com


Lascia un commento

Tags

#valentino