Shopper

Borsa tote Marni

Non c’è dubbio sul fatto che pronunciare il nome di Marni agli intenditori di moda significhi evocare una concezione di lusso minimalista ed artistico. Tratti distintivi del brand: pochi ma fondamentali ed accuratissimi dettagli, fin dal 1994, quando i coniugi Consuelo e Gianni Castiglioni esordirono nel fashion system. La prima collezione borse firmate arriva, invece, nel 1998, e si presenta immediatamente con quell’allure, poi protratto nel tempo, di eclettismo a contatto con l’arte. Ecco perché possedere una borsa Marni equivale ad una scelta di carattere, dallo stile ricercato e dal gusto sofisticato.

Arrivando ai giorni odierni, uno degli ultimi modelli più desiderati è quello della Tote Pod, realizzata da veri e propri panel di pelle (cervo e agnello) rossi e neri, ottenendo un risultato visivo notevole, a contrasto con le rifiniture, davvero morbide e strutturate. Dagli interni spaziosi in beige chiaro, questa capiente e rotonda tote bag è pensata per gli impegni “business”: al suo interno ci si può inserire, infatti, il tablet, il laptop o il notebook  che si usano per il lavoro, oltre a documenti, fascicoli e, per le più “smart”, anche le classiche ballerine di riserva! All’interno, poi, la tasca staccabile può essere utilizzata come custodia per lo smartphone o per qualsiasi altro piccolo oggetto. Perfetta con gioielli dal design geometrico, vestiti dai motivi floreali, scarpe in cuoio liscio.

Ed eccoci ai dettagli tecnici. La Tote Pod misura 32 centimetri di lunghezza e ben 41 centimetri di larghezza, con una profondità di 19 centimetri circa. Il manico, ampio anch’esso e di cuoio ripiegato, arriva a 20 centimetri, mentre il peso si aggira intoro al chilo e mezzo (non è leggerissima, quindi!). La chiusura è molto pratica, affidata ad un magnete. Immancabile il marchio “Marni” impresso a fuoco sulla nappa. Il prezzo si aggira invece intorno ai 1050 euro.

Marni Tote Bag Pod, prezzo 1050 euro.